In Primo piano

“Alternanza Scuola-Lavoro” : si conclude il periodo di tirocinio al CEFPAS


CEFPAS, Caltanissetta

Studenti dell'ITET Rapisardi“La Scuola è aperta a tutti”: lo dice la Costituzione, lo sancisce il Diritto. È aperta a tutti coloro che vogliano crescere e migliorarsi e stabilisce, per questo, un obbligo formativo, perché senza conoscenza non può esserci coscienza.
Ma la Scuola è “aperta” anche come nodo di rete territoriale che interagisce con il mondo del Lavoro e diventa un grande laboratorio di esperienza, in grado di integrare ed intrecciare l’esperienza degli studenti con quella dei dipendenti e degli imprenditori. Questa la scommessa sulla quale ha puntato l’Alternanza-Scuola lavoro che si è conclusa oggi e che ha coinvolto i giovani studenti del V anno dell’ITET «M. Rapisardi» di Caltanissetta e lo Staff del CEFPAS che ha coordinato e supervisionato l’esperienza. Il bilancio aziendale, al termine odierno, è senz’altro positivo: il contributo degli studenti alle attività organizzative è stato rilevante e concreto, il loro è stato un inserimento autentico nei processi organizzativi del Centro. Lo testimonia appieno una frase, pronunciata da uno di loro: «Ho capito che mentre ero concentrato a svolgere un compito, più che sul contenuto, la mia attenzione si è rivolta a quanto utile fosse quello che stavo facendo per l’organizzazione..». Eccolo, il senso del lavoro. Lo disse una volta un tale Deming: "Ciò che dobbiamo davvero imparare è che dobbiamo tutti lavorare all'interno di un sistema. Ecco perché dico che tutti, ogni persona, ogni team, ogni divisione, ogni reparto, ogni componente non deve esistere per trarre un qualche vantaggio individuale o per competere con gli altri ma solo per contribuire all'intero sistema in un'ottica win-win". Studenti dell'ITET Rapisardi e personale del CEFPAS

Per questo, abbiamo chiesto agli studenti di scrivere una breve sulla loro esperienza qui al CEFPAS per il nostro FlashNews. Ecco cosa ci hanno regalato: «Come ogni anno la nostra Scuola ha organizzato per i ragazzi del Quinto anno un periodo di una settimana, di “Alternanza Scuola-Lavoro” presso uffici pubblici e non, dove noi, prossimi al diploma, abbiamo la possibilità di poterci approcciare alla realtà aziendale. Il nostro periodo di alternanza si è svolto al CEFPAS, dove abbiamo avuto modo di svolgere mansioni di vario tipo come interviste, montaggi di video, caricamento di dati per il progetto “In Salute giocando” e così via. In particolare, al di là delle mansioni da noi svolte, abbiamo avuto modo di conoscere e apprendere la realtà lavorativa, dal semplice rispetto degli orari di ufficio agli approcci con i dipendenti stessi. Al termine di questa settimana ci sentiamo veramente soddisfatti ed entusiasti per l’opportunità che abbiamo avuto, perché abbiamo trovato uno scenario molto stimolante e piacevole sia dal punto di vista professionale che umano. Ci teniamo a ringraziare tutti coloro che si sono messi a disposizione per noi, soprattutto i nostri tutor che ci hanno trasmesso la voglia di fare e conoscere, sono stati in grado di aiutarci e supportarci ma semplicemente sono stati se stessi: persone vivaci, simpatiche, che hanno fatto di questa esperienza un’attività anche divertente oltre che formativa. Il ricordo che ci porteremo sarà di un luogo splendido, accogliente, e di persone altrettanto splendide, e non solo perché la maggior parte di esse ha gli occhi azzurri. Ah ci hanno portato i dolcini martedì, che duci! [trad. carini] J »

(V. Botta Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e gli Studenti dell’ITET “M. RAPISARDI-L. DA VINCI” Davide Digloria, Roberta Zaffuto, Nicolò Zenobio, Kevin Amico, Davide Amico e Michele Cortese, 22 marzo 2016)

Vulnerability Scanner