CEFPAS

Centro per la Formazione Permanente e
l'Aggiornamento del Personale del Servizio Sanitario

In questa sezione l’offerta formativa del CEFPAS: trasversale, flessibile e ispirata ad elevati standard di qualità, adeguato all’aggiornamento del personale sanitario in condizioni ordinarie e straordinarie.

FORMAZIONE PER LE AZIENDE SANITARIE

La proposta formativa del CEFPAS rivolta alle aziende sanitarie riflette l’impegno strategico del Centro nella conduzione di programmi e iniziative su ambiti d’intervento emergenti e sostanziali, individuati in stretta collaborazione con i principali stakeholders del sistema (Assessorato regionale della Salute, Società scientifiche, Associazioni professionali, Aziende Sanitarie) e rispondenti alle necessità di formazione e aggiornamento dei professionisti socio-sanitari.

Il programma formativo, anche in considerazione degli input progettuali, deve essere considerato un documento in progress, che riceve ulteriori impulsi programmati  da parte assessoriale e integrazioni, coniugazioni ed eventuali riduzioni contenutistiche.

L’articolazione in 4 aree – Management, Formazione e sviluppo, Prevenzione e promozione della salute, specialistica scienze cliniche e Professioni sanitarie – consente di diversificare l’offerta formativa in base alle molteplici esigenze di aggiornamento degli operatori.

L’area management, finalizzata al consolidamento delle capacità gestionali e decisionali, ospita iter formativi che approfondiscono gli aspetti giuridico legali collegati con la gestione delle moderne aziende sanitarie, l’eHealth nella sanità, il change management, la prevenzione delle aggressioni in azienda accanto ai percorsi più classici su leadership, coaching, mentoring realizzati implementando nuove metodologie come l’outdoor training e la formazione blended.

In particolare, in area formazione e sviluppo, trovano collocazione i percorsi destinati alla formazione dei formatori in ambito sanitario, allo sviluppo delle competenze relazionali e comunicative e al potenziamento individuale.

Alla prevenzione e alla promozione della salute il CEFPAS dedica poi un’intera area eterogenea che include tanto la formazione destinata ai corretti stili di vita e la prevenzione delle malattie croniche non trasmissibili quanto l’epidemiologia e la biostatistica, la sicurezza sul lavoro e la sanità veterinaria.

Incardinata nella mission del CEFPAS è l’area dedicata alle scienze cliniche e alle professioni sanitarie, nell’ambito della quale ampio spazio è destinato alla diagnostica e interventistica strumentale, al tema dei Privileges nei settori professionali di medicina d’urgenza, cardiologia, ostetricia e ginecologia, alle specialità mediche-chirurgiche e alla simulazione in medicina di emergenza urgenza, per cui il CEFPAS ha ricevuto l’accreditamento da American Heart Association (AHA) nel 2018.

FORMAZIONE MANAGERIALE

La formazione manageriale è un modello costruito sui bisogni dei partecipanti, sull’analisi delle competenze e su attività di benchmarking, puntualmente integrato e migliorato per meglio adattarsi ai mutamenti del contesto sanitario, al quadro normativo, all’innovazione tecnologica, alla reingegnerizzazione dei processi. L’approccio didattico è legato alla professione e all’esperienza, allo sviluppo delle capacità individuali e di squadra nella gestione di problemi e situazioni complesse, con inquadramento delle diverse tematiche nella realtà lavorativa dei professionisti. 

L’obiettivo è coinvolgere i partecipanti in un percorso basato su principi, obiettivi e strumenti comuni che valorizzi le competenze distintive, sviluppi le soft skills e sia, al tempo stesso, stimolo e supporto alla cultura del cambiamento. 

La valutazione è centrata su due ambiti principali: uno relativo al miglioramento delle competenze e all’area dei processi di apprendimento individuale, l’altro riferito alla capacità di trasferire quanto appreso al contesto lavorativo.  I formatori, selezionati in ambito nazionale e regionale, vengono individuati tra figure con esperienza pluriennale nei vari settori di interesse del management sanitario, svolgendo un ruolo chiave per visione professionale, expertise e competenze nella gestione d’aula.

La formazione manageriale per Direttori generali, sanitari e amministrativi di azienda sanitaria. 

L’azienda sanitaria è un’organizzazione complessa la cui gestione presuppone l’integrazione delle conoscenze, la capacità di pianificazione e il governo dei processi. I ruoli di direzione sono continuamente impegnati nella gestione di criticità e/o di opportunità, nell’innovazione e nella progettazione creativa di soluzioni, in processi di valutazione d’impatto, di rendicontazione sociale e di “accountability”. I programmi formativi rivolti al Management strategico sono orientati ai tre differenti ruoli di Direttore generale, sanitario e amministrativo e agli obiettivi da perseguire nel SSR.

Il programma formativo 2020 per DG, DS e DA

Il D.Lgs 171/2016 ha istituito, presso il Ministero della Salute, l’elenco nazionale dei soggetti idonei alla nomina di Direttore generale e ha disciplinato la procedura di conferimento degli incarichi per la dirigenza sanitaria (Direttore sanitario, Direttore amministrativo e Direttore dei servizi socio-sanitari). L’Accordo Stato Regioni del 16 maggio 2019 – ai sensi dell’Art. 1, comma 4, lettera c) del D. Lgs 4 agosto 2016, n. 171 –  ha disciplinato i corsi di formazione propedeutici all’inserimento nell’elenco nazionale dei soggetti idonei alla nomina di direttore generale delle aziende sanitarie e degli altri enti del SSN, definendone organizzazione, durata, contenuti, metodologia didattica e colloquio finale. I percorsi per DG e per DS/DA del CEFPAS si svolgono in contemporanea o in sessioni parallele e sfruttano una pianificazione comune dei momenti formativi, così da garantire coerenza e integrazione degli argomenti trattati, organicità nei contenuti e uniformità nei tempi di conduzione. In tal senso, a partire da una piattaforma di tematiche comuni, si articolano specifici approfondimenti per i tre ruoli, con momenti di debriefing congiunti, immaginati per contribuire allo sviluppo di logiche strategiche ed operative condivise e per aprire alla collaborazione tra le varie figure del top management delle aziende del SSR. Gli ambiti tematici riguardanti lo sviluppo e l’affinamento delle “soft skills” – competenze, gestionali, organizzative e relazionali – si svolgono in sessioni congiunte. I contenuti tecnico-professionali riferiti alle competenze distintive vengono invece approfonditi separatamente, secondo un programma differenziato, sulla base dell’interesse emergente dal contesto regionale (problematiche specifiche, obiettivi assegnati e processo valutativo).

La formazione manageriale per Direttori di Struttura Complessa

Costituisce una delle linee di attività più rilevanti e rappresenta per il SSN uno strumento strategico di governo e di crescita, un vero e proprio momento di “costruzione del Sistema salute”, in quanto snodo tra indirizzi strategici di politica sanitaria e sviluppo di competenze coerenti nei professionisti. Dal 2004 ad oggi il CEFPAS ha condotto un vasto programma di formazione manageriale per il SSN al quale hanno preso parte più di 1.800 dirigenti sanitari. Fare formazione significa anche promuovere un sistema di valori che ha come fondamento l’etica del lavoro e la qualità. La formazione manageriale che il CEFPAS ha scelto di proporre esprime una visione morale del management che vede  nelle donne, negli uomini e nelle organizzazioni in cui operano i termini inscindibili del lavoro interdisciplinare, del progresso, della responsabilità verso i cittadini.

Moduli integrativi per Dirigenti sanitari (Ricertificazione per Direttori sanitari e Direttori di struttura complessa)

Il corso è destinato ai Dirigenti già in possesso dell’attestato di formazione manageriale che, ai sensi dell’art. 7 del DPR 484/97, ha una validità di 7 anni. Ai fini della ricertificazione è prevista la frequenza di 5 moduli che affrontano ambiti tematici peculiari per il management, con approfondimenti relativi alle novità più rilevanti intervenute sia in ambito nazionale che regionale.

EXECUTIVE MASTER

Il modello Executive, mutuato dal mondo anglosassone e applicato ai percorsi master del Cefpas, offre strumenti operativi ai professionisti già strutturati nei contesti socio sanitari per sviluppare competenze tecnico-specialistiche ed affinare  capacità organizzativo-gestionali per la gestione manageriale e amministrativa delle strutture sanitarie, del governo clinico, per la gestione della comunicazione e del rischio clinico, l’implementazione del counselling alla popolazione migrante, la digitalizzazione della sanità, l’introduzione di nuovi strumenti utili all’assessment e alla diagnosi in ambito clinico, la specializzazione delle professioni sanitarie.

I percorsi executive del CEFPAS, realizzati in modalità residenziale o blended learning, sono articolati in moduli e prevedono sessioni laboratoriali alternate alle più classiche metodologie didattiche per l’apprendimento. A conclusione di ciascun percorso, è prevista la stesura di project work individuali o di gruppo anche interaziendale, orientati alla costruzione di nuovi modelli o strumenti operativi gestionali implementabili in ambito sanitario e che vengono presentati nel corso di una sessione dedicata, generalmente al termine dell’iter modulare.

SCUOLE E ISTITUTI

La Scuola di Formazione Permanente Euro-Mediterranea of Health Security  – attivata presso il CEFPAS con Decreto Assessoriale 2056/2019 e istituita con DDG 2183/17 Dipartimento Pianificazione Strategica Servizio 6  – per la “formazione per il personale sanitario e laico in riferimento a tematiche di salute pubblica con specifica attenzione alle politiche immigrazione sanitaria”:

  • condivisione buone prassi presenti nel territorio, conoscenze raccolta dati analisi provenienti dal territorio (per il perfezionamento politiche dell’immigrazione)

  • formazione continua, facilitazione implementazione progettuale

  • coinvolgimento delle istituzioni internazionali, nazionali e locali e ordini professionali al fine di promuovere la collaborazione e l’interazione tra il settore sanitario e non

  • diffusione delle tematiche e delle prassi del Piano di Contingenza Sanitaria Regionale Migranti 2017 DA 1346/17,in particolare la promozione di attività formative su: esercitazione sul territorio regionale sul Bíocontenimento per le malattie infettive e diffusive con il coinvolgimento di tutti gli attori istituzionali; l’assistenza sanitaria ai cittadini stranieri presenti nel territorio regionale e l’assistenza sociosanitaria dei minori stranieri accompagnati e non; etnopsichiatria; programmazione degli interventi di assistenza e riabilitazione dei titolari dello status di rifugiato e dello status di protezione sussidiaria che hanno subito torture e stupri o altre forme di gravi di violenza psicologica fisica o sessuale.

Il Centro Mediterraneo di Simulazione – CEMEDIS ha lo scopo di realizzare programmi interattivi di formazione continua avanzata per gli operatori sanitari senza rischi per i pazienti. Negli ultimi 15 anni l’interesse per l’utilizzo della simulazione è progressivamente cresciuto sia in rapporto al perfezionamento delle attrezzature disponibili che per il diffuso apprezzamento di questa metodologia formativa tra gli operatori della sanità.

La simulazione si è rivelata uno strumento formativo di grande efficacia che permette ai professionisti di provare ripetutamente approcci e manovre con la possibilità di commettere errori, vederne le conseguenze e riflettere sui propri comportamenti. Il Centro di simulazione del CEFPAS si sviluppa per circa 650 m2 di superficie coperta ed è articolata in:

  • 2 Sale per simulazione ad alta fedeltà complete delle relative regie;

  • 1 Aula per debriefing e plenarie;

  • 1 Sala per microsimulazione;

  • 1 Laboratorio skill trainer;

  • 1 Sala per simulazione a media e bassa fedeltà;

Uffici e locali di supporto.

Il Centro è stato realizzato nei locali al piano terra dell’edificio n. 12 e dispone delle più moderne attrezzature oggi disponibili in questo settore che spaziano da simulatori di pazienti adulti ad alta fedeltà ad altri con caratteristiche analoghe utilizzati per l’età pediatrica e per l’ostetricia.

I manichini sono collegati a computer ed un impianto audio-video di elevata qualità che permette la registrazione e quindi la revisione dei comportamenti dei partecipanti. Le sale regia completano la dotazione del Centro che dispone anche di un’aula dotata di computer per l’esame e la discussione di casi clinici (“micro simulazione”).

Tutti gli ambienti sono stati progettati e realizzati in modo da rappresentare contesti capaci di esaltare il realismo e la verisimiglianza dei vari simulatori e degli scenari didattici.

Tranne rare eccezioni i corsi del Centro Regionale di Simulazione in Medicina sono accreditati ECM dal CEFAS che è il primo provider della Sicilia per dimensioni e complessità dei programmi.

Il corso di formazione specifica in medicina generale – MMG ha durata triennale (art. 14 del d.lgs 277/2003) e vi si accede mediante concorso bandito annualmente dalle regioni che prevede il superamento di un esame scritto contenente quesiti riguardanti casi clinici e nozioni di medicina generale e specialistica al quale possono accedere solo i medici abilitati.

La formazione segue la definizione europea WONCA che stabilisce il curriculum base del medico specialista in medicina generale in base alla normativa europea di riferimento (direttive 93/16 e 2001/19).

Durante il periodo di attività pratica i medici in formazione affiancano i loro colleghi strutturati ed eseguono l’attività sanitaria sotto la loro supervisione.

Il corso è articolato in 36 mesi distribuiti come segue per non meno di 4800 ore di attività formativa:

  • 6 mesi presso un reparto di medicina interna (parte comune)

  • 1 mese presso un reparto di ginecologia

  • 2 mesi presso un reparto di pediatria

  • 3 mesi presso un reparto di pronto soccorso

  • 3 mesi presso un reparto di chirurgia generale o specialistica

  • 6 mesi presso le strutture sanitarie territoriale (ambulatori ASL)

  • 15 mesi presso un ambulatorio di assistenza primaria di un medico di medicina generale

Al termine di ciascun periodo, i direttori dei vari reparti sono tenuti ad elaborare un voto ed un giudizio. Qualora fosse negativo il discente è tenuto a ripetere il periodo di formazione.

L’attività teorica prevede la partecipazione a convegni, seminari, lezioni e congressi per tutto il ciclo del corso. Per i medici specializzandi è prevista la possibilità di partecipare a corsi di formazione supplementari come il corso di ecografia e di primo soccorso. Sono previsti 30 giorni di ferie all’anno.

Al termine dei 3 anni, in caso di tutti giudizi positivi, ogni medico svolgerà un esame finale con elaborazione di una tesi, ed in caso di giudizio positivo, otterrà il diploma di formazione specifica in Medicina Generale il quale permetterà ai medici specialisti di entrare nella graduatoria regionale.

Il corso richiede un impiego a tempo pieno, pertanto non è possibile contestualmente alla frequenza intrattenere rapporti di lavoro a qualsivoglia livello. Uniche attività compatibili sono le sostituzioni di guardia medica, ordinaria e turistica, nelle zone carenti e di sostituzione del medico di medicina generale.

Il contratto di convenzione ACN 2018 ha stabilito nuovi criteri di assegnazioni degli incarichi di continuità assistenziale che prevedono priorità di assegnazione ai medici specializzandi in medicina generale rispetto ai medici non specializzandi o specializzandi in altre branche mediche o chirurgiche

I medici chirurghi specialisti in medicina generale che superano l’esame finale del “corso di formazione specifica in medicina generale” (Specializzazione in Medicina Generale) della durata di tre anni acquisiscono il  titolo specialistico di diploma di formazione specifica in medicina generale.

Il corso triennale, previsto dal D. Legislativo n. 368/1999 e smi, disciplina tutti i percorsi di specializzazione di area medico-chirurgica, la formazione in Medicina Generale in Italia riconoscendo alla disciplina scientifica della Medicina Generale/Medicina di Famiglia contenuti, competenze ed attitudini peculiari secondo la definizione europea Wonca del 2011, ripresa in Italia dal contratto in vigore per la Medicina Generale. In Italia il diploma è titolo necessario ed esclusivo per poter esercitare l’attività di medico di medicina generale convenzionato con il SSN come previsto dal D.lgs n. 368 del 17 agosto 1999 e s.m.i nr. 277 del 08 luglio 2003 e dal D.M. 07 marzo 2006. Non rientrano nell’obbligo sopra citato i medici laureati prima del 31 dicembre 1994 per diritto acquisito.

II diploma rappresenta il titolo di specializzazione per la disciplina scientifica della medicina generale ed è riconosciuto in tutti i paesi UE come titolo formativo e professionalizzante nell’ambito dell’assistenza sanitaria delle cure primarie.

Il titolo è condizione necessaria per poter essere inseriti nella sezione specializzazione medicina generale dell’albo dei medici periti/ctu del tribunale.

FORMAZIONE SU COMMESSA

Obiettivo della Formazione In House (FIH) è creare interventi formativi “su misura”, progettati in stretta collaborazione con l’azienda/committente, pianificare audit, modelli di formazione sul campo, effettuare un’attenta analisi del fabbisogno formativo dell’azienda e degli operatori socio-sanitari, garantire il monitoraggio continuo e la valutazione della formazione erogata. 

Le modalità di intervento della FIH prevedono l’attenta analisi preliminare del fabbisogno formativo, la definizione degli obiettivi da raggiungere con la relativa declinazione delle attività, progettazione dei contenuti formativi tenendo conto dei destinatari e del contesto professionale di riferimento, la definizione del programma formativo e delle modalità di realizzazione dell’evento formativo, la realizzazione del progetto formativo, la valutazione dell’intervento formativo realizzato e la pianificazione dei follow up.

Skip to content