CEFPAS

Centro per la Formazione Permanente e
l'Aggiornamento del Personale del Servizio Sanitario

Forum FIASO, il middle management della Sanità di fronte alle sfide del PNNR

Si è svolto lo scorso 15 Luglio uno dei più importanti appuntamenti nel mondo della sanità firmato FIASO. L’evento “Il middle management della Sanità di fronte alle sfide del PNNR”  ha visto la partecipazione dei più autorevoli protagonisti nel panorama della salute, quali le Associazioni e Società scientifiche del Forum Management Sanità, che hanno riflettuto proprio sul ruolo del middle management rispetto al futuro del Sistema Sanitario Nazionale e al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR).  E’ stato inoltre l’occasione per la presentazione di un’articolata, significativa e importante  ricerca condotta dallo stesso Forum Management Sanità con il contributo di tre centri di ricerca: l’Altems, il Cerismas dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma, il CEIS dell’Università degli Studi di Roma TorVergata e il Crc Head dell’Università Statale di Milano.

Il Forum Management Sanità è un’iniziativa permanente di FIASO, nata nel 2016, che coinvolge, a tutt’oggi, 16 tra Associazioni professionali e Società scientifiche rappresentative del middle management della sanità italiana. Obiettivo del Forum è rappresentare un luogo di riferimento per la cultura manageriale in sanità, elemento chiave di successo per il SSN, per la sua sostenibilità e per il miglioramento continuo della sua efficacia.

Lo studio presentato ha fornito una mappatura sistematica di ruoli e funzioni strategiche per il presente e il futuro del SSN, a disposizione delle Aziende sanitarie, in un momento che ha già visto una serie rilevante di innovazioni organizzative per la gestione della emergenza pandemica e alla vigilia dell’apertura della stagione del PNRR. Sono stati individuati dodici profili professionali di middle manager per le Aziende sanitarie, concentrando l’attenzione sulle competenze, intese come capacità dei professionisti di utilizzare al meglio il proprio bagaglio di conoscenze, abilità, attitudini per svolgere nel modo più efficace i compiti collegati al ruolo e alle funzioni assegnati all’interno della organizzazione nella quale operano. I profili manageriali delineati riguardano dodici funzioni aziendali strategiche per la gestione delle Aziende, che fanno riferimento a cinque famiglie professionali: direttori di dipartimento e direttori delle professioni sanitarie;direttori di presidio e direttori di distretto; farmacisti e ingegneri clinici; responsabili acquisti, responsabili uffici tecnici, responsabili sistemi informativi, direttori del personale; risk manager e responsabili prevenzione e protezione. Per ciascuno dei dodici profili sono state individuate le competenze chiave, come combinazione di competenze professionali e comportamentali ritenute necessarie per rispondere adeguatamente alle esigenze del ruolo e delle funzioni attribuite a ciascun profilo.

La ricerca ha utilizzato una metodologia scientifica articolata in più fasi, fondate sull’adozione di un sistema di gestione per competenze, in maniera da individuare profili di ruolo esaustivi e interorganizzativi da mettere a disposizione dei manager delle Aziende in tutte le fasi della gestione strategica delle risorse umane. Il modello di gestione per competenze è particolarmente adatto a contesti molto complessi, come quello sanitario, nei quali si avverte la necessità di raggiungere livelli superiori di performance in posizioni chiave del tessuto organizzativo, e facilita il processo di assegnazione interna delle persone, la programmazione della formazione, la valutazione e la gestione della carriera.

Nella prima fase dello studio si è proceduto ad una revisione della letteratura esistente sul ruolo del middle management nelle Aziende sanitarie. Successivamente, le Associazioni professionali e Società scientifiche coinvolte hanno definito, con il supporto dei centri di ricerca, i 12 profili ritenuti cruciali per la gestione efficace delle Aziende, facenti capo a 5 famiglie professionali. È stata elaborata, quindi, una job description dei ruoli individuati. Nella fase successiva i ricercatori hanno selezionato le competenze tecniche e comportamentali fondamentali per ciascun ruolo, che sono poi state verificate dalle Associazioni e Società scientifiche del FMS. I profili emersi dal confronto sono stati integrati e validati, quindi, da un pool di direttori generali di Aziende sanitarie associate a FIASO e, infine, formalizzati in un report che rappresenta la base per le linee progettuali che scaturiranno dalla ricerca. I principali risultati della ricerca sono raccolti nel volume Gestione, sviluppo e valorizzazione delle competenze del middle management del SSN per il miglioramento delle performance aziendali.

Secondo Francesco Ripa di Meana, Past President di FIASO, “con l’individuazione e formalizzazione di questi profili il Forum Management Sanità è stato in grado di cogliere l’esigenza di rinnovamento del SSN. Un lavoro che tornerà utile per la stagione del PNRR, che si sta aprendo. Il Forum – ha concluso Ripa di Meana – si conferma, ogni giorno di più una felice intuizione e ci consente di guardare all’uscita dalla emergenza pandemica con un pensiero manageriale in grado di proporre una visione integrata e di sistema, orientata alla costruzione del futuro”.

Nella parte conclusiva dell’evento, Domenico Mantoan, Direttore Generale di AGENAS, ha voluto sottolineare che “il futuro della sanità sarà in mano a varie figure professionali, che dovranno poter contare su un livello elevato di competenze specialistiche ma anche su grandi capacità manageriali. In questo ambito mi sembra molto importante la necessità di avere una visione. Il PNRR richiede una visione. Penso, quindi, che dovremo investire in formazione, perché ci saranno alcune figure che svolgeranno un ruolo chiave e dobbiamo essere certi che dispongano di tutte le competenze necessarie”.

In occasione di questo evento si è riunita, inoltre, l’Assemblea dei Soci che ha eletto come nuovo Presidente FIASO,  Giovanni Migliore, Direttore generale dell’azienda ospedaliero-universitaria Policlinico di Bari-Giovanni XXIII.

Skip to content